L’effetto del caffè sui tuoi sensi

Pubblicato in data 20 marzo, 2018

Una tazza di caffè al mattino ci carica di energia per un bel po’ di ore. Magari tu lo preferisci espresso, macchiato o accompagnato da qualche dolcetto, ma ti sei mai chiesto come si prende il caffè nel resto del mondo?

Scandinavia

I paesi del nord Europa sono in testa alla classifica dei consumatori di caffè, giacché ne bevono a testa più di qualsiasi altro paese del mondo. Lo prendono lungo (più acqua e meno caffè) e di tostatura chiara. La cultura del caffè scandinava si articola intorno all’usanza della fika: uscire a accompagnato da un dolce, in genere in compagnia di amici e in posti gradevoli.

Turchia

Sia il tè che il caffè sono bevande calde molto radicate Turchia ed entrambi si bevono molto forti. Il caffè addirittura addensa l’acqua in cui si fa. Il caffè turco è macinato fino ad assumere una consistenza farinosa e si serve in tazzine senza manico, spesso di vetro.  I turchi lo portano a bollore due volte e ci aggiungono cardamomo e cannella. Esiste addirittura un antico detto relativo al caffè, che deve essere “nero come la notte, ardente come l’inferno, forte come il peccato e dolce come l’amore”.

Giappone

Il Giappone adora il caffè. Lì lo consumano come bevanda energetica. Anche se sono sempre più numerose le caffetterie di stile occidentale, i giapponesi hanno trovato il loro specifico modo di assumere le loro quotidiane dosi di caffeina. Infatti, in praticamente tutte le vie di ogni città (e a volte nel bel mezzo di quello che a uno straniero sembrerebbe il nulla) ci sono distributori di caffè in lattina. Sì, si vende nei distributori. Freddo o caldo, semplice, con il latte, dolce o amaro. Come un rinfresco qualsiasi.

Stati Uniti

Negli Stati Uniti il caffè filtro è quello più popolare. Si beve in bicchieroni di carta e la concentrazione dipende dal gusto di chi lo prepara. È raro imbattersi in un film o in una serie televisiva americana in cui i protagonisti non abbiano in mano uno di questi giganteschi caffè. Inoltre, questo modo di berlo è così popolare che si è esteso anche nelle case dove l’abitudine è di metterlo in termos della stessa misura dei bicchieri take away delle caffetterie.

Italia, culla del caffè espresso

E’il luogo in cui è stata aperta la prima bottega di caffè al mondo. A Venezia, nel 1645. Oltre a prendere il caffè cortissimo, caldissimo e nella maggior parte dei casi amaro, gli italiani hanno inventato dessert come il tiramisù. Meno noto è l’affogato, grande stimolatore di conversazioni a fine pasto. Si tratta di una pallina di gelato di vaniglia bagnata in caffè caldo. Infine, c’è chi lo rallegra con un goccetto di liquore.

Francia

Come in Germania, anche in Francia il caffè si consuma principalmente a colazione. In questo caso accompagnato da baguette e croissant. Anche in Francia si coltiva la cultura dell’espresso, benché nel nord del paese si prenda un po’ più lungo che in Italia. Il posto perfetto per gli amanti del caffè francesi sono le brûleries.

Emirati Arabi

Quando si parla di Emirati Arabi viene subito in mente il lusso. Ebbene, la ricchezza di questo paese la si riscontra anche nei suoi caffè. Qui puoi trovare locali che servono classici cappuccini… con l’oro. Un modo diverso di approcciarsi ad un prodotto di consumo domestico basilare.

 


Nessuna risposta a " L’effetto del caffè sui tuoi sensi"


    Qualcosa da dire?